Una lavanderia…a tempo.

La presenza sul territorio di negozi a tempo sembra aver preso piede nei settori più disparati del commercio al dettaglio e dei servizi.

A cavalcare questa la tendenza sono anche i creativi del marketing che propongono questa soluzione per delle attività di co-marketing tra grandi brand. Potrebbe sembrare complesso da fare ma c’è già un esempio da proporre.

La nota rivista femminile di moda e nuove tendenze Vanity Fair ha inaugurato la Vanity Fair Laundry, una lavanderia temporary store in pieno centro di Milano. I partner dell’iniziativa sono Samsung, Chanteclair, L’Oréal, Birra Moretti e Radler.

E’una vera e propria lavanderia rapida dove oltre a poter lavare i propri abiti si può ammirare il design dello store, ispirato alle lavanderie londinesi degli anni cinquanta e realizzato dallo Studio dell’architetto Paola Navone, Studio Otto.

Durante l’inaugurazione della lavanderia sono state regalate delle t-shirt brandizzate a chi voleva lavare la maglietta che stava indossando. Per tutti gli altri la lavanderia è aperta nei giorni feriali dalle ore 15 alle ore 23, mentre nel weekend l’apertura è alle ore 10 fino alle 24.

Queste sono solo alcune delle creatività che possibile adottare quando si realizza un progetto simile!
Spazio alla creatività!