Design e oggettistica, promozione efficace con i negozi a tempo

Le aziende che optano per un temporary store – che si tratti di un shop, showroom, corner o pop-up store – possono avere diversi obiettivi, tra i principali quello di presentare un nuovo prodotto, vendere merce di precedenti collezioni o creare eventi che aumentino la visibilità del brand per acquisire nuovi clienti.
Al di là dell’obiettivo finale, esistono alcuni settori per i quali un negozio a tempo rappresenta una valida soluzione che ben si presta a creare un nuovo canale di vendita e promozione; tra questi c’è, senza dubbio, quello del design.

Grazie ad uno store temporaneo un’azienda che produce oggetti di design potrà sfruttare per un periodo determinato la presenza di un punto vendita (o comunque di una vetrina) in un centro commerciale ma anche in un contesto extraurbano per sfruttare spazi espositivi ampi e originali.
Anche le occasioni possono essere diverse: gli oggetti di design possono esser presentati, ad esempio, in concomitanza di particolari festività (Natale, festa della mamma, San Valentino) per sfruttare al meglio lo shopping che generalmente precede questi avvenimenti.

Allestimento e immagine

Oggetti di design, complementi d’arredo e oggettistica originale: parliamo di prodotti che fanno dell’immagine il proprio punto di forza. Proprio su questo si dovrà puntare, cercando di offrire al visitatore un’esperienza vera e propria oltre che una vetrina, quasi come una piccola galleria d’arte, che gli permetta di apprezzare appieno la bellezza della merce esposta. In questo senso è fondamentale progettare un allestimento originale, in linea con l’immagine aziendale, che faccia leva sull’effetto sorpresa, renda l’esperienza coinvolgente e sia in sintonia con la mission del brand.
Un’attenta progettazione dell’immagine visiva in questi casi è la condizione principale per creare un temporary store di successo puntando su una comunicazione efficace ed una promozione creativa, attenta al target di riferimento.