Promuovere un temporary store con una campagna di email marketing

Tra le attività di promozione per un negozio temporaneo è necessario affiancare una campagna sul web alle tradizionali forme di marketing territoriale: non può mancare una campagna mirata di email marketing, fondamentale per intercettare potenziali clienti facendo leva sui vantaggi che questo tipo di pubblicità possiede. L’invio di una mail con il giusto messaggio, se indirizzata al giusto target di riferimento, veicolerà la promozione del temporary store in modo efficace, economico e rapido comunicando con prospect e clienti in maniera diretta ed esclusiva. Oltretutto una campagna di email marketing effettuata con adeguati strumenti è tracciabile, il ché permetterà a chi gestisce la promozione via posta elettronica di verificare l’efficacia dell’invio delle DEM (Direct E-mail Marketing) e poter apportare modifiche in qualsiasi momento per migliorare le performance della promozione e ottenere il massimo del risultato.

Grazie ad una campagna di email marketing per promuovere un temporary store sarà possibile inviare ad un gruppo di utenti selezionati informazioni dettagliate sull’attività del negozio temporaneo, illustrandone vantaggi e attività, ma soprattutto indicando dove, quando e per quanto tempo questo sarà attivo.

Comunicare direttamente con il target di riferimento

A chi indirizzare la campagna di eMail Marketing per promuovere uno store temporaneo?
Le possibili soluzioni sono due: si può optare per un target non profilato per raggiungere un’ampia fascia d’utenza oppure puntare ad un target profilato per intercettare utenti selezionati in base a caratteristiche quali sesso, fascia d’età e interessi.
Secondo l’esigenza saranno utilizzate specifiche mailing list – database di contatti a norma privacy – ma trattandosi di attività localizzate sul territorio sarà bene valutare con attenzione l’importanza della geolocalizzazione della campagna: la vicinanza fisica dell’utente contattato al negozio temporaneo è un elemento importantissimo che condizionerà senza dubbio la percentuale di conversione della campagna.