Assotemporary: Milano capitale dei temporary store

Analizzando i dati emersi dall’analisi condotta da Assotemporary la città di Milano si attesta al primo posto non solo per gli spazi dedicati all’allestimento dei temporary store, ma anche per il numero di attività avviate.

Infatti in Italia si contano ancora sulle dita di una mano le città che ospitano questa nuova forma di commercio e comunicazione sul territorio: Milano, Roma, Napoli e Torino si distinguono ma il 60% delle attività è concentrata nella città di Milano, che ospita temporary store di design e moda in misura maggiore e a seguire food, gioiello e automotive che si attestano come le categorie emergenti in questo settore.

Milano dunque con le sue cento location destinate ad ospitare i temporary store alimenta la nuova tendenza del mercato e si distingue dal resto del paese, dove questo genere di attività inizia a farsi strada all’interno di centri commerciali, stazioni e aeroporti dove gli store sono presenti per circa un mese, in concomitanza di eventi fieristici o periodi di alta stagione.

Aprire un temporary store a Milano